Fruire il paesaggio

Fruire il paesaggio.
Comunicare, visualizzare, percepire e rappresentare: strategie integrate per lo sviluppo socioeconomico urbano e territoriale

Mara Balestrieri
Enrico Cicalò
2020

ISBN:978 88 99586 171

Attraverso un approccio transdisciplinare che nasce dal dialogo tra le discipline del progetto e della pianificazione e quelle della rappresentazione
e della comunicazione è possibile definire strategie integrate di sviluppo socioeconomico delle città e dei territori che vedono una combinazione
di interventi sugli spazi fisici dei territori e sugli spazi mentali delle popolazioni, capaci di potenziarsi e di collaborare per migliorare la
qualità della vita e contribuire alla tutela del paesaggio e più in generale del patrimonio culturale, così da poterli non solo tramandare alle future
generazioni ma anche così da poterli far fruire dalle popolazioni che li vivono e che possono basare su di essi il proprio sviluppo socioeconomico.
In questo modo il paesaggio può diventare una risorsa fondamentale per lo sviluppo dei territori, la rigenerazione urbana e la costruzione del
nostro futuro.

Published:
Publisher: PUBLICA
Genres:
error

A ragion veduta

A RAGION VEDUTA. IMMAGINAZIONE PROGETTUALE, RAPPRESENTAZIONE E MORFOLOGIA DEGLI ARTEFATTI
di Fabrizio Gay
2020

ISBN: 9788899586133

L'oggetto di questo libro è la tecnica della “ideazione” e dell'immaginazione in quanto “tecnica progettuale”,  prendendo le mosse dalla comunissima sinonimia tra le parole “ideazione” e “progetto” per mostrare come ogni possibile “teoria del progetto” presupponga necessariamente una “teoria delle immagini”. “Progetto” e “ideazione” dicono quasi la stessa cosa, giacché si intende comunemente il “progettare” come una “lavorazione di idee”.  L'ideazione è anzitutto un atto di “invenzione” fatta attraverso un'immagine anticipatrice (interiorizzata) che, da almeno due millenni e mezzo, viene chiamata “idea”. Per quanto la nozione di “idea” possa apparire da un lato molto “ovvia” e dall'altro piuttosto “astratta” (filosofica), l'ideazione viene intesa come un concretissimo (e poco ovvio) lavoro tecnico che viene esercitato molto spesso senza pensare affatto a come lo si fa. Ideiamo oggetti e azioni in ogni istante anche senza chiederci di preciso cos'è l'ideazione e senza la fatica supplementare di ricorrere a una “teoria” della consistenza delle “idee” e dei processi d’invenzione.  Questo libro si rivolge a un lettore che voglia capire a fondo i processi di "ideazione" e i formati delle "idee".

Published:
Publisher: PUBLICA
Genres:
error

Stones in the city

Stones in the city
di Ginevra Balletto
2017
ISBN 978 88 99586 06 5

Le correlazioni tra geo-risorse e forma urbana sono elementi, talvolta sottili, ma sempre ricorrenti, indipendentemente dal luogo e dal tempo, a partire dal segno urbano sino alle recenti megacities. Questo lavoro si articola attraverso una “ripresa” dello studio sugli elementi litici, ritenuti importanti per il loro essere le basi fondanti delle nostre città (in tutti i sensi) e per l’eredità che questi lasciano alle città del presente e del futuro, ovvero alle smart cities, in cui anche la componente materiale sarà dotata di una sua forma d’intelligenza.

Stones in the city non ha la pretesa di essere pienamente esaustivo nel rintracciare il legame tra pietre e città, ma quella di porre nuovi interrogativi, anche attraverso alcune piccole suggestioni

Published:
Publisher: PUBLICA
Genres:
Tags:
error

I’m not a tourist. I live here – Turismo e Territorio

Book Cover: I'm not a tourist. I live here - Turismo e Territorio
Part of the Corpus series:
Editions:PDF (Italian) - Prima edizione
Size: 16.50 x 24.00 cm
Pages: 134

I'm not a tourist. I live here - Turismo e Territorio
di Arnaldo Cecchini
2016
ISBN 978 88 99586 02 7
ebook ISBN 978 88 99586 00 3

Una cosa che si ripete spesso – con molte ragioni – è che uno dei motori dello sviluppo della Sardegna dovrebbe essere il turismo, una prospettiva così ovvia che apparentemente non ammette controindicazioni.
Eppure come è noto il turismo è un’industria pesante, sotto molti aspetti.
La battaglia che in altre epoche è stata fatta per evitare di “diventare un popolo di camerieri” ha certamente condotto a qualche grosso guaio ambientale, ma in un certo senso aveva un senso ed esprimeva una necessità anche economica; un buon turismo è un turismo in cui ci sono anche buoni camerieri (un mestiere difficile e apprezzabile quello di cameriere), ma che non è una mono-cultura. Un buon turismo è un’attività economica che si integra con altre.
Il turismo “buono”, sostenibile ambientalmente ed economicamente, non si distingue per fascia di reddito, ma per il rapporto che ha con i luoghi. Turismo e territorio sono – come è persino troppo ovvio – intimamente legati, e quindi molte delle politiche turistiche
sono in realtà politiche territoriali.
Ecco perché come professore di urbanistica ho titolo a ragionare sulle politiche turistiche.

Publisher: PUBLICA
Genres:
Tags:
error